mercoledì 9 settembre 2009

Quattroruote Collection # 45

L'uscita numero 45 della Quattroruote Collection è la Lamborghini Countach LP 400 S del 1982.
Anche se si tratta di uno dei pezzi più proposti dai fabbricanti di automodelli, questa riproduzione riesce a distinguersi e ad essere comunque molto gradevole grazie alla consueta cura dei dettagli (al limite del lezioso il bollino sopra gli specchietti) e a surplus come l'apertura dei fari a scomparsa.
Di contro sembrano molto fragili le cerniere delle portiere e i fari sul paraurti potevano essere realizzati in maniera più realistica; la vite a vista sul battitacco è un bel pugno in un occhio :-/

(cod. --- - € 19,99 - # 728)






Prossimo modello, in edicola dal 21 settembre, la Fiat X1/9.

6 commenti:

Trazioneposteriore ha detto...

Wow, velocissimo!!

nonostante nemmeno a me interessa la Countach, ritengo che la sua presenza in una raccolta chiamata 'Le auto più amate dagli italiani' è più che dovuta..

Fatta bene, simpatici i fari estraibili, però è vero la vite sul battitacco è orrenda! Potevano almeno coprirla con un tappino rosso.. Per il resto dentro sembra ben fatta.

I cerchi non mi piacciono molto, sono plasticosi!

Le forme futuristiche di quest'auto le hanno riprodotte bene, non so perchè ma immaginavo che la facessero nera.. e invece l'han fatta rossa!

La prossima uscita è interessante, come dice Cop, soprattutto per i cerchi.. :D

Overlock ha detto...

Ciao TP, stranamente l'ho trovata in edicola con un giorno di anticipo sul suo solito ritardo, così ho potuto fare subito il post.

Mi sarebbe piaciuta molto la prima versione, gialla e senza passaruota allargati, ma è anche vero che è questa la Countach entrata nell'immaginario collettivo.
Per me rimane ancora il simbolo della supercar estrema, mi è venuto in mente ora che la usarono come riferimento per Automan, un telefilm futuristico degli anni '80: veniva creata da un cursore elettronico e compiva improbabili curve a gomito in stile Tron, ma nelle strade reali...

Buona serata :)

Angel Cabrera ha detto...

Countach is a classic model in scale, but I think that QR has made a very good 1:24

Overlock ha detto...

Hola Angel :)
This Countach, as all the QR models, is more a collector object than a toy: well made, but a little bit fragile. Handle with care ;)

Ciao :)

Anonimo ha detto...

Le proporzioni mi sembrano azzeccatissime. Insieme ai modelli con aperture porte controvento mi pare sia il solo con cerniere porte pressochè invisibili. Questo dettaglio è molto delicato, però la separa nettamente dagli altri che a porte aperte sembrano dei giocattoli meglio rifiniti, almeno secondo me. Senza scomodare materiali da modellismo, con della semplice tempera nera diluita (ripulendo poi gli eccessi con del coton fiock) si può migliorare l'aspetto dei dettagli interni del vano anteriore e di quello posteriore, oltre che sotto scocca evidenziando le alette di raffreddamento di motore e cambio. Idem per evidenziare i bulloni sui cerchi ruota, che così assumono un'aria meno "plasticosa". Ne ho messa anche lungo le fughe sul tetto, sul perimetro del parabrezza e per simulare gli sfiati d'aria sul cofano motore. Semplice ed efficace. Per la pulizia basta avere l'accortezza di non bagnare la carrozzeria e la tempera rimarrà al suo posto. A me sembra proprio un modello notevole, con un gran potenziale, nel caso ci si voglia prendere il disturbo di smontarlo e rifinirlo ulteriormente. Le viti a vista di fianco ai sedili credo le si possa nascondere con del nastro adesivo opaco da disegno (tipo riposizionabile) verniciato nello stesso rosso opaco degli interni. Senza stuccature.
Bel blog e bella collezione.

Overlock ha detto...

Ciao Anonimo, grazie per gli ottimi consigli per impreziosire la Countach.

Come dicevo ad Angel, è chiaro che con la QR Collection non siamo più di fronte a semplici giocattoli: un maggior livello di finitura e ricchezza di dettagli significa anche maggiore delicatezza e attenzione nel maneggiare i modelli. Niente vieta di giocarci lo stesso, però ;)

Buona serata :)